martedì 19 agosto 2014

Lire la Ville / Die Stadt Lessen / Reading the City

Domani alle 19.30 inauguro la mostra di illustrazioni a Lione in Francia. 
Chi si trovasse da quelle parti, è il benvenuto! Rimarrà aperta fino al 5 Settembre.
Sul sito del Goethe-Institut, che finanzia il progetto ed ha organizzato la mostra, c'è una breve intervista di presentazione del progetto in corso.

Tomorrow at 19:30 I will inaugurate this exhibition of illustrations in Lyon, France.
If you will be in Lyon in the next days, you are welcome! It will stay open until Sept  5.
On the website of the Goethe-Institut, which funds the project and organized the exhibition, there is an interview to present the on going project.
Goethe-Institut Lyon


Athens

Alcune immagini che ho scattato ad Atene pochi giorni fa. 
Mi riprometto sempre di stare più a lungo in quella città. Non so neppure perchè, ma esercita un fascino su di me, dalla prima volta che la visitai: magari è solo perchè rappresenta la porta per le vacanze. 
O forse perchè è una città sconfitta: lo era già molto prima dell'inizio della crisi.

Il Rebetiko, la musica del Pireo, è nato qui:
"Il Rebetiko (Ρεμπέτικο) (...) è considerato dai Greci come il tango per gli argentini, il blues per gli americani e il fado per i portoghesi. È nato a cavallo tra XIX e XX secolo, nei bassifondi della società greca, da persone emarginate che volevano raccontare i loro disagi o le loro peripezie tramite la musica. La tematica delle canzoni riguardava storie di povertà, prigione, droghe, storie d'amore, problemi sociali, prostituzione, messe in musica in modo passionale, a volte triste, a volte ironico o scherzoso" - (da Wikipedia)

da "Rebetiko - La Mala Erba" di David Prudhomme
In queste immagini scattate velocemente, quasi in corsa, alterate nei colori e nelle atmosfere, ho l'impressione di aver trovato una chiave di lettura per provare a descrivere e raccontare Atene attraverso i disegni. 
Poi spero che presto arriverà il momento di disegnarla bene, con calma, in modo da cercare di trasmettere quel sentimento tormentato che ha per me, ogni volta che la rincontro. 
Perchè la attraverso da 10 anni, e ci sono affezionato.
  








Questo video invece, è di Ifigenia Liangi, un architetto che insegna alla Bartlett School of Architecture a Londra e viene da Atene. E' la rappresentazione di un progetto architettonico, radicale nella sua sperimentazione, poetico, calato nel contesto.
La ricerca di un linguaggio personale, che racconti Atene oggi, attraverso l'architettura.
Nel suo sito si trovano immagini e disegni che mostrano il "making of" del video, fortemente ispirati alle atmosfere che si respirano in quella città, in questi anni. 




giovedì 24 luglio 2014

Lire la Ville / Die Stadt Lessen / Reading the City

Dal 20 Agosto al 5 Settembre, avrò in mostra a Lione 60 nuovi disegni ed acquerelli che raccontano molte città della Germania.
Questa mostra rientra nel progetto che sto sviluppando dallo scorso anno, in collaborazione con il Goethe-Institut 
Se  passate da quelle parti in quel periodo, siete i benvenuti!


Laura Scarpa, che ringrazio molto, ha scritto il testo di presentazione ed è particolarmente bello. 
Questo è un'estratto:

"Ci sono due modi per disegnare i luoghi, ritrarre quelli che esistono e progettare quello che ancora non c'è.
Il secondo modo di disegnare è prerogativa soprattutto degli architetti e degli utopisti. Ma anche loro, per sognare e immaginare architetture e spazi, devono prima guardare quello che c'è, e disegnarlo.
Fabio Barilari è architetto e immagina e progetta elementi dell'architettura per la vita. Lo fa nel mondo e del mondo ha anche colto l'esistente. È un disegnatore per suo piacere e quando non progetta, ma viaggia, si ferma, guarda e disegna gli spazi in cui si muove e le architetture cresciute spontanee da progetti altrui o per manualità artigianale e caso."

Nei prossimi giorni pubblicherò alcuni dei lavori in mostra. Intanto, buone vacanze!

venerdì 30 maggio 2014

Take Your Time


Study for the flyer of A Double Bill - The Rome Savoyards + Plays in Rome:
Death Knocks by Woody Allen 
&
The Bald Soprano by Eugène Ionesco
Directed by Sandra Provost @ Teatro San Genesio in Rome, from 10/6 to 15/6

mercoledì 7 maggio 2014

MACRO Testaccio - Disegnare Roma

Organizzato dal Goethe Institut in collaborazione con l'Institut Francais, nell'ambito della mostra BERLINO - PARIGI - ROMA, venerdì 9 Maggio al Macro Testaccio - pad. la Pelanda alle 18.30, ci sarà questo incontro tra tre modi di leggere la città attraverso il disegno: il mio, da architetto, quello quello di MP5, street artist e quello di Marco Corona da illustratore. 
Sarà un dialogo di immagini e parole, fra tre mondi differenti.
L'incontro è in occasione della giornata dedicata alla festa d'Europa. 



Organized by the  Goethe Institut in collaboration with the Institut Francais, as part of the exhibition BERLIN - PARIS - ROME, on Friday, May 9 at Macro Testaccio - pad. Pelanda at 18.30, there will be a meeting between three ways of reading the city through drawing: mine, an architect, MP5, street artist and Marco Corona, illustrator.
It will be a dialogue of images and words, between three different worlds.
The meeting, open to the public, is organized on the day dedicated to the celebration of Europe. 

venerdì 18 aprile 2014

Springtime

'cause, ..."it doesn't matter what you do in your life, but how you do it" (cit.)
Only in India: The most enthusiastic barber of all time.
Made my day

Happy Easter

sabato 5 aprile 2014

Handmade Urbanism


Il 18 Luglio 2013 Detroit ha dichiarato bancarotta. Con 18.5 Miliardi di $ di debito, la città simbolo mondiale dell'industria automobilistica, ha ottenuto il nuovo record di più grande fallimento amministrativo nella storia degli Stai Uniti.
Da anni, le immagini del Michigan Theatre, un teatro neo rinascimentale del 1925 diventato "il più bel garage del mondo", raccontano meglio di ogni descrizione scritta, il significato di bancarotta amministrativa.
Una specie di simbolo della rovina dell'impero.





La storia di ogni fallimento parte da lontano: solo tra il 2000 ed il 2010 la popolazione di Detroit è diminuita del 25%. Dal punto di vista urbanistico, vuol dire un quarto della città abbandonato.

The Heidelberg Project
Nel 1983, Tyree Guyton, un artista di Detroit, ex vigile del fuoco, ex militare, ex operaio nel settore automobilistico, assieme al nonno, Sam Mackey "Grandpa Sam", cominciano a decorare gli edifici abbandonati di MacDougal-Hunt, in una forma di arte di protesta sociale e politica contro il deterioramento del loro quartiere, dando vita a quello che verrà successivamente chiamato "The Heidelberg Project".


"Changing lives through art"

Negli anni, The Heidelberg Project è cresciuto molto, si è strutturato, ha cominciato a coinvolgere i bambini del quartiere, ha creato un Emerging Artist Program ed un sistema di raccolta fondi per la gestione di un programma di sviluppo di quelle aree.

Nel 2008, The Hildelberg Project è stato uno dei 15 progetti invitati a rappresentare gli Stati Uniti alla Biennale di Architettura di Venezia.





"On two occasions, the Heidelberg Project faced complete destruction by the City of Detroit on the basis of the barriers to urban planning it represented. In November 1991, under Mayor Coleman Young, the Heidelberg Project's "The Baby Boy House", "Fun House" and "Truck Stop" were completely demolished. Under Mayor Dennis Archer, a second demolition of the Heidelberg Project was ordered on February 4, 1999 that ended in the destruction of the houses Guyton termed "Your World", "Happy Feet" and "The Canfield House".

On May 3, 2013, the famous "Obstruction of Justice" house was largely destroyed by a fire beginning around 3:30 am. The cause was not immediately known.
Late in the evening of November 11/12, 2013, the "House of Soul" burned to the ground. The suspected cause so far is arson.
Early morning November 21, 2013. The "Penny" house was burned. The cause also appears to be arson.
Early morning November 28, 2013, the "War House" was burned. The cause again appears to be arson.
Late evening December 8, 2013, "Clock House" was burned. The cause again appears to be arson.
2014.
Early morning March 7, 2014, "The Party Animal House" aka "The Doll House" was burned. The cause is under investigation.
The 20th Anniversary of the Heidelberg Project was celebrated on August 26, 2006, with a community festival, an event that ended a year of special attention.
MTV producers filmed a segment for its show Made using the Heidelberg Project as a backdrop.
Kate Moss visited the Heidelberg Project with photographer Bruce Webber to photograph the City of Detroit for a special edition of W magazine in June 2006.

In 2008, the project was one of 15 projects representing the United States at the 2008 Venice Architecture Biennale."
From Wikipedia: The Heidelberg Project